. . .

“C’è tempesta e pensano allo stipendio di Guerrieri”: è polemica

Il direttore sportivo Angelo Fabiani risponde ad alcune voci relative all’ingaggio percepito dal terzo portiere che, come noto, fu dirottato a Salerno da Lotito ereditando il contratto firmato con la Lazio negli anni precedenti. Le cifre riportate da alcuni siti non corrisponderebbero al vero, ma la domanda è sempre la stessa: con una squadra ultima e una società da cedere, a chi interessa quanto guadagna Guerrieri? Polemica creata ad arte per destabilizzare.

“Sul web girano un sacco di cazzate, molte non meritano nemmeno risposta. Ho sempre detto che, molti anni fa, se andavo in un bar e dicevo stupidaggini restava tutto limitato a quel contesto. Invece oggi, nell’epoca dei social, anche il più stupido cerca di fare notizia con affermazioni del tutto false. Coglioni e idioti continuano ad avere voce. In un mare in tempesta si chiedono come mai Guerrieri prende 700mila euro? Ma di che stiamo parlando. Si ergono e depositari di verità senza sapere nemmeno la differenza tra lordo e netto che esiste il cosiddetto “23% azienda”. Chi si è soffermato su questo argomento è un semplice dilettante, tutte queste fake news destabilizzando e vengono messe in giro ad arte per colpire la Salernitana. Purtroppo la gente, accecata e dal rancore, dà ancora credito a questi personaggi. Se davvero un calciatore percepisse 700mila euro, costerebbe alla società 1,4 milioni: vi pare possibile? Provassero a collegare cervello e bocca, eviterebbero di fare brutte figure a ripetizione. Il tiro al piccione su Fabiani è diventato sport popolare, a costo di credere alle idiozie”. E’ questa la versione ufficiale della Salernitana rispetto alle tante domande circa lo stipendio percepito dal portiere Guido Guerrieri. Assodato che taluni, per porre rimedio a qualche brutta figura fatta in passato, abbiano spostato il tiro su argomento demagogici e popolari per accattivarsi i click dei contestatori di professione, è comunque legittimo che un tifoso che paga il biglietto e segue la squadra possa porsi delle domande. Ricordiamo, inoltre, che il contratto di Guerrieri fu sottoscritto da Lotito e che il calciatore, così come tutti i suoi compagni, ha visto quasi raddoppiare l’ingaggio percepito in cadetteria in virtù della vittoria del campionato di serie B. Non si è trattato, tra l’altro, di un nuovo innesto dal mercato degli svincolati, ma era tesserato per la Salernitana pur essendo fuori lista. Che poi la casella lasciata libera da Aya potesse e dovesse essere riempita molto prima con giocatori di qualità che rafforzassero altri reparti è un altro discorso. Che non autorizza, però, la diffusione a macchia d’olio di notizie che, oggi, ad un vero tifoso non interessano granché.

Previous post Trustee-FIGC, l’esito del confronto odierno
Next post Trustee, 20 milioni di motivi per prendere tempo