. . .

Fabiani: “Nuovo presidente, poi mi dimetto”. Altro retroscena…

Il direttore sportivo Fabiani si assume le responsabilità e si dice pronto a lasciare Salerno, ma allo stesso tempo ribadisce un concetto: “Chi avrebbe fatto meglio senza proprietà, con trustee che devono cedere e un budget da rispettare?”. Con una nuova proprietà possibile l’arrivo di un nuovo dirigente.

 

“Sono il primo ad ammirare quelle migliaia e migliaia di tifosi che amano visceralmente la squadra e la seguono dappertutto. Ma sono anche una persona concreta, più di dirvi che non so nulla che posso fare? C’è un patto di segretezza totale, i trustee si interfacciano con i potenziali investitori e, come hanno fatto in passato, si limitano a inviarci tramite PEC i comunicati stampa che poi pubblichiamo sul sito istituzionale. L’anomalia della situazione ha comportato una sorta di confusione sui ruoli: si pensa che trustee, amministratore unico e dirigenza abbiano le stesse funzioni. E’ sbagliato, non è così. Non posso avere alcun rapporto con i trustee, non è mio compito invitarli ad indire una conferenza stampa. Credetemi, sono mortificato perchè mi metto nei panni della gente. Capisco, lo comprendo, mi dispiace e ci metto la faccia, sapendo di andare incontro a tante critiche. L’importante ed essere a posto con stessi. La scorsa estate avrei potuto lasciare la Salernitana da vincitore, certamente avrei trovato una adeguata sistemazione in A o in B. O pensate che chi vince a Salerno resti a spasso? Invece, quando ho capito che c’erano delle difficoltà per l’iscrizione, ho deciso di restare e di metterci la faccia senza abbandonare la nave. Ho agito sempre per il bene della Salernitana, chi mi conosce sa quale sia l’affetto che nutro nei confronti di questa maglia. Ho scelto di traghettare la Salernitana fino a quando non scadrà il mio mandato e ci sarà la nuova proprietà, barcamenandomi tra una serie di difficoltà. Un direttore sportivo che fa mercato ha a disposizione un budget, mai come quest’anno da rispettare al centesimo. Chiudere una trattativa non è semplice”. Queste le parole del direttore sportivo Angelo Fabiani intervenuto a SeiTv.

Previous post Colantuono-Castori, valzer in panchina?
Next post Politica in silenzio, lettera al Sindaco

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi