. . .

I trustee valutano due gruppi, Marchetti: “Chi è poco serio stia lontano da Salerno!”

Inizia a muoversi qualcosa anche sul fronte societario, la conferma arriva in conferenza stampa.

“Chi compra sa che cosa trova, chi non ha intenzioni serie non si permettesse di avvicinarsi alla Salernitana. Se avessi lontanamente le disponibilità economiche, acquisterei subito un club che dà utili e un’azienda che funziona. Per essere semplici: spendiamo meno di quanto incassiamo, non è cosa di poco conto. Sono molto orgoglioso di quanto stiamo producendo, abbiamo creato le condizioni affinché la società possa essere venduta nel più breve tempo possibile. Vendiamo sogni e ambizioni, ma le società di calcio sono autenticamente singolari. Si devono abbinare passioni ed economie, produrremo sensazioni bellissime e vorrei che tutti vi sentiste parte di una grande famiglia. Mi sto impegnando ogni giorno, il nostro direttore sportivo sta avendo capacità singolari e abbiamo realizzato cose inimmaginabili. Ribery è la sottolineatura del lavoro che abbiamo fatto, prima di lui c’erano altri protagonisti che andranno sostenuti in ogni modo. So che ci sono interessamenti, non potrebbe essere altrimenti. La Salernitana è prodotto che tira. Non sono abituato a perdere, non accetterò sconfitte qui a Salerno. Una piazza che ti entra dentro, che non può non attrarre persone serie”. Questa la risposta dell’amministratore unico Marchetti rispetto alle voci su un passaggio societario imminente. Confermato  che il mercato è chiuso, porta aperta solo per un eventuale ritorno di Gondo.