. . .

Non c’è l’Instant Team, Sabatini ammette gli errori

Ammirevole presa di posizione del ds, tuttavia elogiato dalla stragrande maggioranza della tifoseria. Ma sono evidenti alcuni errori fatti a gennaio con grande budget a disposizione

Il direttore della Salernitana Walter Sabatini è intervenuto ai microfoni di DAZN dopo il pareggio dei granata per 2-2 contro il Sassuolo. “C’è molto rammarico per non aver vinto oggi e non averne vinte altre. È una squadra che non riesce a vincere ed è una mia responsabilità. Sono venuto ad autodenunciarmi. Forse ho fatto un errore di valutazione, pensando che alcuni calciatori inattivi potessero trovare una condizione così velocemente, rispettando comunque molto la loro storia e quello che sono attualmente, perche il Perotti di oggi può giocare ancor ad alti livelli. Ai giocatori non posso comunque dire niente oggi perchè hanno messo molto coraggio ed è una qualità da non disperdere. Abbiamo creato palle gol anche sul 2-2, l’hanno avuta anche loro con la traversa ma stavamo giocando con una squadra fortissima con molti nazionali e potevamo avere sudditanza invece abbiamo messo molto coraggio. Il fatto che non si riesce a vincere è però una mia responsabilità che mi devo assumere nei confronti della società e del pubblico meraviglioso perchè mi hanno dato carta bianca, la gente andrebbe gratificata con i risultati. Non parlo di fortuna, però la palla avuta da Bonazzoli all’ultimo minuto, di solito da quella posizione è un cecchino e invece non abbiamo fatto gol, sarebbe stata un’iniezione di fiducia straordinaria per tutto il gruppo però non è successo e ne prendiamo atto”.

Cosa manca per vincere?
“In realtà non molto se fai due gol al Sassuloo e crei tante occasioni nel finale. Forse un pò di fortuna ma la fortuna bisogna saperla cogliere, rimane una partita di alto livello. Mi dispiace per Ederson che oggi stava finalmente mettendo in campo tutte le sue grandi qualità. Questa però è la mia squadra e non la rinnegherò mai e sarò sempre con loro sia quando si vince che quando si perde” .

Previous post Nicola: “Siamo vivi. Zortea non è terzino, Veseli stava facendo bene”
Next post Gol e tante occasioni: 2-2 all’Arechi
Social profiles