. . .

Salernitana, Bonazzoli e le dichiarazioni di troppo: a che punto è la trattativa

Sono giorni frenetici per la trattativa della Salernitana su Bonazzoli. Gli animi un pò ‘tesi’, stando alle ultime dichiarazioni dei coinvolti, potrebbero far saltare l’affare?

Salernitana, Bonazzoli ancora incognita

Sembravano esserci dei margini di miglioramento circa la trattativa in corso per il rientro del bomber bresciano a Salerno. Qualche scaramuccia verbale di troppo però, sembra aver placato la frenesia e le voci che lo vedevano sempre più vicino, una volta ancora, alla rosa granata. Il club campano infatti avrebbe presentato per il venticinquenne una nuova offerta. L’ingaggio sarebbe addirittura raddoppiato rispetto alla prima proposta.

La richiesta del centravanti attualmente sarebbe ancora di 1,7 milioni di euro, con la possibilità di liberarsi in caso di retrocessione o di offerta da parte di un club più ambizioso. Le dichiarazioni del direttore sportivo De Sanctis, la risposta di Tinti e qualche flebile cenno da parte del diretto interessato su Instagram, delineano una situazione sul filo del rasoio. Il tutto infatti potrebbe trovare conferma o la totale disfatta in una frazione di secondo.

I botta e risposta

A seguito del botta e risposta tra de Sanctis e Tinti è stato il giocatore stesso a postare su Instagram una storia che rimanderebbe a quel che sta accadendo circa il suo prossimo ingaggio. Ricapitolando: il nuovo direttore sportivo granata avrebbe parlato di una volontà chiara da parte dell’intera società. Si intende infatti completare lo scacchiere di Nicola con personalità decise e motivate e tali caratteristiche, non sono state riscontrate nell’ex del Toro. A seguito di tali suggestioni in casa Salernitana, Bonazzoli dopo la smentita di Tinti si è palesato sui social postando la seguente frase frutto della produttrice televisiva Shonda Rhymes:

“I sogni non diventano realtà solo perché li sogni. Il duro lavoro fa accadere le cose. Il duro lavoro crea il cambiamento”.

Lascia spazio a svariate interpretazioni; basti pensare a chi qualche giorno fa (smentendo in seguito) attribuiva alla fortuna l’impresa del cavalluccio. Potrebbe essere una precisazione su quanto il centravanti si sia impegnato, soprattutto negli ultimi mesi per raggiungere un livello tale e poter dunque avanzare determinate richieste. Oppure una velata frecciatina a chi pensa che riportarlo a Salerno sia un affare già concluso da tempo e che quindi non meriti ulteriori sforzi? Il tempo fornirà le risposte a tutto.

 

FONTE: SALERNOSPORT24

Previous post La stagione di Nadir Zortea: discreto il suo primo anno in Serie A
Next post Erik Botheim: “Felice di essere qua”